N/O Minerva Uno    
  N/O Urania
  N/O Minerva Uno
  N/O Astrea
  N/O Vega Uno
   
  Urano, Vector Milit III
   
 

La nuova nave da ricerca Minerva Uno (ex Universitatis), progettata e costruita in A.T.I. dalla SO.PRO.MAR. S.p.A., è stata acquisita nel maggio 2010 dalla So.Pro,Mar. Spa a seguito di aggiudicazione d’asta indetta dal primo proprietario CoNISMa (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare) e si colloca per dimensioni tra le principali imbarcazioni da ricerca europee operanti nel Mar Mediterraneo. La versatilità, assicurata dalla dotazione nautiche e dalle apparecchiature scientifiche, atte a condurre indagini dei vari ambiti tematici delle scienze del mare, è basata sull’adozione di un sistema modulare di diversi laboratori mobili che integrano quelli fissi. La nave è inoltre progettata per campagne di pesca scientifica, caratteristica innovativa nel panorama delle imbarcazioni da ricerca oceanografiche italiane. La presenza a bordo di un’imbarcazione ausiliaria, permette di operare dalla battigia fino al mare aperto.


Lunghezza F.T.
46.60 m
Length overall
Larghezza F.O.
9 m
Width overall
Immersione media
3 m
Draugth
Dislocamento
700 t
Load displacement
Motorizzazione
2x746 kW
Engines
Classe
Special Service
Classification
Compartimento
Napoli
Port of registry
Matricola
Costruzione 179
Official number

INFORMAZIONI GENERALI

La nuova nave da ricerca Minerva Uno, progettata e costruita in A.T.I. dalla SO.PRO.MAR. S.p.A. insieme ai Cantieri Navali Termoli e lo studio di progettazione Italtech S.r.l, è stata acquisita nel maggio 2010 dalla So.Pro,Mar. Spa a seguito di aggiudicazione d’asta indetta dal primo proprietario CoNISMa (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare) e si colloca per dimensioni tra le principali imbarcazioni da ricerca europee operanti nel Mar Mediterraneo. La versatilità, assicurata dalla dotazione nautiche e dalle apparecchiature scientifiche, atte a condurre indagini dei vari ambiti tematici delle scienze del mare, è basata sull’adozione di un sistema modulare di diversi laboratori mobili che integrano quelli fissi. La nave è inoltre progettata per campagne di pesca scientifica, caratteristica innovativa nel panorama delle imbarcazioni da ricerca oceanografiche italiane. La presenza a bordo di un’imbarcazione ausiliaria, permette di operare dalla battigia fino al mare aperto.

Laboratori scientifici di bordo:

elettronico attrezzato per manutenzione strumenti;
acquisizione e trattamento dei dati;
pre-trattamento campioni d’acqua;
pre-trattamento campioni di sedimento e benthos.

Laboratori scientifici tematici mobili (installati a bordo fino ad un numero massimo di tre): 

chimica;
geologia;
microbiologia;
plancton e produttività primaria;
pesca scientifica;