N/O Astrea    
  N/O Urania
  N/O Minerva Uno
  N/O Astrea
  N/O Vega Uno
   
  Urano, Vector Milit III
   
 
La nave Astrea, di proprietà dell’ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ex Istituto Centrale per la Ricerca scientifica e tecnologica Applicata al Mare - ICRAM) e gestita di SO.PRO.MAR. S.p.A. è stata realizzata cercando di enfatizzarne la flessibilità di impiego. Dal punto di vista scientifico è in grado di impiegare praticamente qualsiasi tipo di strumentazione, compatibilmente con le sue dimensioni; l’area geografica in cui è in grado di operare comprende tutto il Mediterraneo senza limitazioni di distanza dalla costa. Nella costruzione e nelle dotazioni, infine, è stata posta la massima attenzione a minimizzare qualsiasi tipo di impatto ambientale; la nave è infatti dotata di impianto di depurazione che serve tutti gli scarichi, sistemazioni ed impianti a basso livello di emissioni acustiche, forma dello scafo ed elica scelti per minimizzare l’onda generata.

Lunghezza F.T.
23.7 m
Length overall
Larghezza F.O.
6,1 m
Width overall
Dislocamento
50 t
Load displacement
Motorizzazione
2x735 kW
Engines
Velocità
25Kn
Maximum Speed
Classe
100 A. 1.1. nav.s. st.
Classification
Compartimento
Roma
Port of registry
Matricola
-
Official number

INFORMAZIONI GENERALI

La nave Astrea, di proprietà dell’Istituto Centrale per la Ricerca scientifica e tecnologica Applicata al Mare (ICRAM) sarà gestita dalla SO.PRO.MAR. S.p.A. a partire dal 15 febbraio 2003. L’imbarcazione è stata realizzata cercando di enfatizzarne la flessibilità di impiego: sia dal punto di vista scientifico (è in grado di trasportare ed impiegare praticamente qualsiasi tipo di strumentazione compatibile con le sue dimensioni) sia per l’area geografica in cui è in grado di operare (tutto il Mediterraneo senza limitazioni di distanza dalla costa). Nella costruzione e nelle dotazioni, infine, è stata posta la massima attenzione a minimizzare qualsiasi tipo di impatto ambientale; la nave è infatti dotata di impianto di depurazione che serve tutti gli scarichi, sistemazioni ed impianti a basso livello di emissioni acustiche, forma dello scafo ed elica scelti per minimizzare la forma d’onda.

La nave è in grado di eseguire:

ricerca oceanografica (biologia, chimica e fisica) in zona litoranea, costiera ed alto mare
raccolta dati in superficie e profondità (CTD, campionatura acqua continua, ADCP, ecoscandaglio, idrofoni)
rimorchio ed impiego di ROVs, AUVs, boe oceanografiche e catene correntometriche
trasporto ed impiego di un battello ausiliario
appoggio per operazioni con operatori subacquei
messa in opera ed impiego reti per pesca scientifica, pelagiche e da fondo
navigazione di precisione per lunghi periodi ed a bassa velocità